NASCITA DELLA CULTURA VEGANA E VEGETARIANA http://www.vegano.it

Da molti anni si parla di diritti degli animali e gatti vegetariani e del fatto che non sia morale provocare sofferenze nei loro confronti. Fin da epoche antiche si sa dell’esistenza di intellettuali vegetariani. Tra i più famosi posso citare Pitagora e Leonardo da Vinci. Essi avevano scelto di essere di non nutrirsi di prodotti di origine animale.Quindi in modo da non arrecare sofferenze ad altri esseri viventi. Non si può negare che, usando molta attenzione, è possibile seguire una corretta dieta vegetariana. Tutto questo perche’ molte sostanze nutritive assenti o scarse nei prodotti vegetali possono comunque essere ingerite utilizzando latte e uova. Mi riferisco a sostanze come la vitamina B, vitamina D oltre ad alcuni aminoacidi essenziali. Esse sono presenti quasi esclusivamente nei prodotti di origine animale.

IL CANE SI E’ ADATTATO ALLA CONVIVENZA CON L’UOMO

Il cane quindi si è differenziato dal lupo diventando quasi onnivoro. Infatti, a differenza del suo antenato selvatico, ha maggiori capacità di produrre l’amilasi. Esso è l’enzima che permette la digestione dell’amido. Il discorso è molto diverso se parliamo del gatto.

RAPPORTI TRA GATTI E UOMINI

Anche il gatto è un fedele amico dell’uomo da migliaia di anni. Solo recentemente è considerato soltanto un animale da compagnia mentre in passato era utilizzato soprattutto per dare la caccia ai topi. Essi infatti erano un vero e proprio flagello per le popolazioni del passato.

Questo sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista dei danni ai raccolti e alle scorte alimentari di cereali. I topi sono molto prolifici e voraci quindi il gatto era l’unica arma per limitarne la riproduzione. Perciò, nel passato era consuetudine avere gatti nelle case di campagna. Questo perchè i gatti dovevano procurarsi il cibo dando la caccia ai topi alimentandosi solo con essi. In questi ultimi anni si parla di diritti degli animali infatti la percezione della convivenza col gatto è mutata. Quindi, contrariamente al cane che con la convivenza con l’uomo è diventato quasi un onnivoro.

il gatto è rimasto un carnivoro puro. Infatti ha conservato la maggior parte delle sue caratteristiche primordiali per quanto riguarda la dentatura, l’abilità nella caccia e le capacità digestive. E’ assolutamente sbagliato il voler adattare le nuove mode vegetariane ai gatti. Infatti si parla di diritti degli animali e gatti vegetariani e loro abitudini alimentari. Il motivo è dovuto anche al fatto che quasi tutte le fonti energetiche del gatto provengono dagli aminoacidi detti aminoacidi generatori di glucosio. Essi sono essenziali per la sintesi di questo zucchero. Ovviamente il gatto ha evoluto un meccanismo biologico per ricavare energia dalle proteine di origine animale. Quindi in mancanza di esse esso non potrà sopravvivere.

PARTICOLARI NECESSITA’ ALIMENTARI DEL GATTO

Il gatto ha anche l’assoluta necessità di introdurre con la dieta due aminoacidi essenziali. Cioè che non possono essere sintetizzati dall’organismo e che sono presenti soprattutto in prodotti di origine animale e sono l’arginina e la taurina. Infatti essi sono essenziali per la vita del gatto quindi è indispensabile introdurre, nella dieta del felino quantità sufficienti di carne e pesce . Tutto ciò vuol dire che una dieta vegana è assolutamente sconsigliata per un gatto. Sconsiglierei anche una dieta vegetariana che non sia ben bilanciata da un esperto.

IL GATTO E’ SOPRATTUTTO UN CARNIVORO

Vorrei dire ai padroni dei gatti sostenitori di diete prive di carne o di tutti gli alimenti di origine animale che la natura spesso ha dei limiti. Spesso essi non possono essere superati. Sii potrebbe rischiare di provocare grossi danni alla salute dei nostri amici gatti infatti da molti anni si parla di diritti degli animali. Il motivo è che milioni di anni di evoluzione hanno plasmato tutti gli esseri viventi con particolari necessità alimentari. Esse non possono essere cambiate improvvisamente senza rischiare di provocare gravi problemi di salute. Quindi i nutrizionisti consigliano di evitare i pasti fai da te o gli avanzi di cucina a base di cereali. Infatti essi avrebbero gravi effetti sula salute del gatto.

La cottura distrugge sostanze utili per la vita del gatto. Quindi bisogna limitare il più possibile i pasti cucinati. Esse sono la taurina, l’arginina e la vitamina A. Quest’ultima è particolarmente importante perche’ i felini non sono in grado di effettuare una produzione autonoma di vitamina A. Infatti non sono capaci di ricavarla dal beta-carotene che è presente in molti vegetali. Per questo motivo devono introdurla con l’alimentazione attraverso cibi di origine animale. Tutto questo non sarebbe possibile se applicassimo sul gatto una dieta priva di prodotti di origine animale. Sarebbe complicato da mettere in pratica se applicassimo una dieta vegetariana. Infatti potrebbe andare bene solo per periodi di tempo non lunghi e se usata a scopo depurativo o curativo.

Beautiful female veterinarian examining a young Maine Coon cat.
DIRITTI DEGLI ANIMALI E GATTI VEGETARIANI

UN GATTO NON POTREBBE ESSERE VEGETARIANO http://www.gattoveggy.it

Una dieta vegetariana potrebbe essere utile nel corso di malattie renali. In questo caso è preferibile fornire alimenti a basso contenuto di proteine per prevenire un eccessivo accumulo di acidi urici nel sangue. Oppure in caso di eccesso di colesterolo. In questi ultimi anni si parla di diritti degli animali e gatti vegetariani. Quindi casi sconsiglio di eliminare la carne dalla dieta del gatto se non solo per brevi periodi e per motivi necessari. Comunque potrebbe essere, in alcuni casi, molto salutare ridurla sostituendola, in parte con alimenti proteici di origine vegetale. Bisogna essere attenti ai diritti degli animali e gatti vegetariani e ad alimenti proteici che non facciano male alla loro salute. Il principale di essi è la soia che ha un contenuto proteico superiore a quello della carne oltre ad un buon contenuto energetico.

Chi ha un gatto anziano sa che dopo 8 o 9 anni di vita del felino spesso inizia un decadimento del funzionamento dei reni. Le proteine sono molecole con funzioni plastiche. Infatti sono la base della struttura di molti tessuti. Hanno anche funzioni enzimatiche e sono una fonte secondaria di energia per l’organismo. Vengono utilizzati dopo che esso ha utilizzato zuccheri e grassi. L’organismo dei mammiferi può bruciare le proteine per produrre energia producendo gli acidi urici. Essi sono nocivi per l’organismo se si accumulano nel sangue. Quindi devono essere smaltite dai reni attraverso le urine.

SOIA NELL’ALIMENTAZIONE DEL GATTO

Sarebbe meglio dare al gatto anziano una alimentazione contenente proteine ad alto valore biologico Essa dovrebbe essere ricca di aminoacidi essenziali. In questo modo l’organismo del gatto utilizzerà la maggior parte degli aminoacidi presenti nell’alimento. Quindi non affaticherà i reni per l’eliminazione degli aminoacidi in eccesso. Mantenere i reni del gatto giovani ed efficienti avrà effetti molto positivi sulle sue condizioni di salute. Infatti influirà anche sulle sue aspettative di vita. Il miglior modo per farlo è quello di impostare una dieta con un contenuto non troppo proteico. Quindi scegliere fonti proteiche vegetali ma ad altissimo valore biologico.

Tra di esse posso citare la soia (36% di proteine nei semi di soia e 44% nella farina di estrazione di soia). Possiamo dare al gatto quantità limitate di verdure ( infatti non dobbiamo dimenticare che esso è un carnivoro ). Dobbiamo comunque essere molto attenti ad evitare vegetali che sono tossici per i felini.

Essi sono uva, avocado, banana, agrumi, cipolla, aglio, patate crude o acerbe, pomodori verdi. Il mio consiglio è quello di usare una dieta vegetariana per il gatto per brevi periodi e a scopo curativo. E’ molto importante stare attenti a controllare lo stato di salute del felino. Questo si fa eseguendo analisi del sangue. Esse servono a valutare le quantità di colesterolo, trigliceridi, glicemia, ferro, vitamina D, urea, acidi urici, emocromo.

dott. Massimiliano Mangafà

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: