L’aumento delle dimensioni del seno in una donna, durante la pubertà è un fenomeno naturale. In particolare esso può proseguire anche qualche anno dopo l’età puberale. Infatti questo processo è condizionato dall’aumento della produzione degli ormoni estrogeni. In questo periodo delicato per la futura donna si ha una evidente evoluzione fisica e psicologica. Quindi uno dei segni più evidenti di questo cambiamento è un sensibile aumento detto telarca delle dimensioni del seno.

TESSUTO ADIPOSO E TESSUTO GHIANDOLARE DELLA MAMMELLA

L’aumento delle dimensioni del seno nelle donne è variabile. Soprattutto cambia a seconda dell’individuo. Inoltre la variabilità è legata alla diversa deposizione di grasso nel cuscinetto adiposo pettorale. In breve, le ghiandole mammarie, sono le strutture adibite alla produzione del latte. Date le loro piccole dimensioni influiscono poco nel determinare le dimensioni del seno. Quindi, per questo motivo, la produzione di latte della donna è indipendente dalle dimensioni del seno. Infatti non è determinata dalla quantità di tessuto adiposo che si localizza nella mammella.       

                                                                                                                                            Ogni popolo della Terra ha una dimensione media del seno. Comunque, anche se poco frequenti, ci sono delle eccezioni e, se molto accentuate, si parla di micromastia. Quindi seni più molto più piccoli della media o di macromastia (più grandi). Comunque, anche se rare esistono forme di seni molto più grandi della media. Infatti questa può arrivare ad essere una condizione patologica e, in questi casi parliamo di gigantomastia. In altre parole la donna ha una produzione endogena elevata del principale ormone femminile che è l’estradiolo ed una ridotta del testosterone che, al contrario, è più abbondante nell’uomo. Infatti si nota che, nell’uomo con scarsi livelli di testosterone, lo sviluppo della ginecomastia cioè si ha un anomalo sviluppo di una specie di ghiandola mammaria. Al contrario, quantità elevate di androgeni (testosterone) nella donna comportano una situazione di atrofia del seno. Oltre ad una peluria abbastanza diffusa.

L’AUMENTO DELLE DIMENSIONI DEL SENO E GLI ESTROGENI

ALIMENTAZIONE E AUMENTO DEL SENO http://www.seno.it

L’aumento delle dimensioni del seno ha molte variazioni durante le fasi del ciclo mestruale. Quindi si ha un aumento delle dimensioni dovuto ad accumulo di liquidi accompagnata ad una fastidiosa sensazione di tensione. Tutto ciò è dovuto ad un eccesso della produzione di estrogeni rispetto al progesterone. La medicina estetica sfrutta questo fenomeno per andare incontro alle donne che vogliono aumentare le dimensioni del proprio seno. Comunque senza ricorrere alla chirurgia. Un consiglio è quello di non ricorrere a medicinali contenenti estrogeni di sintesi. Cioè quelli artificiali perchè aumenterebbe il rischio dell’insorgenza di tumori.   

                                                                                                                                               Ovviamente non ci si possono aspettare miracoli ma si può ottenere un aumento delle dimensioni del seno senza alimentazione adeguata oltre a ginnastica costante può rendere più sodi i muscoli pettorali. Quindi il seno risulterebbe più “alto”. Inoltre apparirebbe di volume maggiore grazie ad aumento delle dimensioni del muscolo grande pettorale. Quindi venti o trenta minuti di ginnastica mirata allo sviluppo dei pettorali. Comunque da praticare tre o quattro volte alla settimana con flessioni sulle braccia. Oltre a uso si molle o pesi su una panca sarebbero sufficienti a far aumentare il seno di qualche taglia. Soprattutto se abbinati ad una dieta adeguata. La dieta è importante perchè le proteiene sono fondamentali per la “costruzione” di massa muscolare.

DIFFERENTI ABITUDINI ALIMENTARI DEI BODYBUILDERS

I bodybuilder più fanatici spesso consigliano in maniera sconsiderata di introdurre, nella propria alimentazione, quantità abbondanti di proteine di origine animale. Infatti molti ingeriscono quantità elevate di carni bianche (pollo e tacchino). Comunque esse hanno il difetto di apportare dosi di antibiotici che, nel lungo periodo potrebbero essere dannose.

Inoltre, altri bodybuilder consigliano dosi massicce di pesce. Comunque preferibilmente il tonno al naturale quindi senza olio. Però è preferibile non abusarne a causa del rischio di accumulo di metalli pesanti nell’organismo. Ancora peggiore è l’abitudine di ingurgitare quantità rilevanti di bianco d’uovo. Infatti esso potrebbe contenere antibiotici e, se non cotto adeguatamente potrebbe essere ricco di fattori antivitaminici. Non bisognerebbe neanche esagerare con la quantità di proteine da assimilare perchè un loro eccesso potrebbe provocare problemi renali. Quindi consiglierei una moderata assunzione proteica da fonti vegetali sufficiente ad una buona tonificazione del muscolo pettorale. In più favorirebbero l’aumento delle dimensioni del seno.

SOIA E LEGUMI

                                                                                                                                            Le principali fonti proteica di origine vegetale sono rappresentate dai legumi. In particolare, grazie alla simbiosi con le colonie di batteri azotofissatori nella radici sono capaci di legare l’azoto atmosferico che ha natura inorganica. Inoltre lo trasformano in azoto organico che può essere utilizzato per produrre molecole proteiche. Soprattutto tra i legumi quella più ricca di proteine è la soia che, quindi è ottima per la costruzione della massa muscolare.

L’effetto tonificante della soia sui muscoli è maggiore nella donna e minore nell’uomo. Infatti essa possiede piccole quantità di estrogeni. Oltre ad un effetto sui muscoli mammari con aumento delle dimensioni del seno la soia avrebbe effetti anche nel favorire il deposito di grasso nella mammella. Infatti è noto che la quasi totalità del volume del seno è dovuto al grasso. Quindi il volume mammario è quasi sempre proporzionale alla quantità del tessuto adiposo che la donna ha distribuito sul suo corpo. Infatti, spesso, dimagrendo si ha una riduzione delle dimensioni del seno. Comunque questa distribuzione può essere modificata dagli ormoni estrogeni. In particolare possono essere endogeni cioè prodotti dalle ghiandole endocrine del corpo femminile. Ma anche introdotti con l’alimentazione quindi con la soia soprattutto.   

ALIMENTI VEGETALI PER UNA DIETA PIU’ SALUTARE

                                                                                                                                                La cura dell’aspetto fisico sembra acquistare una maggiore importanza in particolari periodi dell’anno come l’estate. In particolare quando una ragazza o donna ha il piacere di mostrare un fisico tonico e ben modellato su una spiaggia o con un bel decoltè. Spesso si cerca di porre rimedio a qualche “sgarro” alla dieta commesso durante l’inverno cercando di risolvere il problema in poche settimane. Invece il segreto di un corpo bello e armonico è quello di un impegno costante ma non esagerato durante tutto l’anno. Cioè consistente in un moderato esercizio fisico ed in una alimentazione sana nel rispetto del proprio corpo. Oltre che dell’ambiente e degli animali. Quindi il mio suggerimento è quello di eliminare o, comunque ridurre la carne. In particolare sostituendola con prodotti proteici di natura vegetale come la soia meglio se BIO e no OGM. 

Una donna che vuole un corpo bello e armonioso con un bel seno deve essere attenta anche alla salute del suo organismo. Quindi dovrebbe prediligere cibi sani cioè cereali con una porzione non trascurabile di cereali integrali. Quindi dovrebbe senz’altro abbondare con la frutta e la verdura. Cioè come fonte di vitamine, flavonoidi e fibre e, cosa altrettanto importante, dovrebbe prediligere gli alimenti BIO e no OGM. Infatti sono più sani e più rispettosi dell’ambiente perche’ il segreto per essere felici è dei stare bene col proprio corpo. Oltre che col proprio spirito in un ambiente sano e pulito.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            doc   Massimiliano Mangafà

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: